Smartphone arrotolabile: l’ultima frontiera della telefonia mobile


Far fronte alla diminuzione delle vendite di smartphone in tutto il mondo con dispositivi che facciano del design e della funzionalità l’arma in più. E’ la strada intrapresa da Samsung che ha annunciato la realizzazione di uno smartphone in grado di essere arrotolato assumendo la forma di un cilindro. Si gamma Galaxy X e potrebbe rappresentare l’ultima innovazione del colosso coreano. L’idea dello smartphone arrotolabile è già stata annunciata dalla compagnia nelle ore scorse. Si tratta, in realtà, di uno schermo dalla diagonale di 5,7 pollici in grado di assumere differenti forme, a seconda della pressione che viene esercitata.

L’innovazione è stata presentata nel corso del Display Week del 2016, la kermesse dedicata appositamente sulle nuove idee riguardo i display. Lo schermo è dotato di tecnologia Oled ed ha una risoluzione pari a 1920 x 1080. Basta esercitare un minimo di pressione con le dita per rendere la forma del display adatta alle proprie esigenze. Non è chiaro se la compagnia coreana deciderà di lanciare sul mercato uno smartphone o più smartphone di queste caratteristiche. L’arrivo sul mercato del primo device arrotolabile è fissato per il 2017.


Un altro dispositivo dalle caratteristiche molto simili è stato realizzato da una compagnia cinese: la Moxi. La startup della Repubblica Popolare ha già immesso sul mercato un prodotto dotato di uno schermo che si modella a seconda delle esigenze. Il dispositivo è in grado di trasformarsi in un cilindro attraverso una lieve pressione della mano. Si tratta, però, di un dispositivo destinato alla lettura degli eBook e dotato di due soli colori: il bianco ed il nero. Lo schermo arrotolabile di Samsung rappresenterebbe, quindi, un vero e proprio unicum nel mondo della telefonia mobile: un’innovazione in grado di rivitalizzare il settore degli smartphone, dopo i già ottimi risultati degli schermi curvi presentati dal colosso coreano e dalla LG.