Tecnologia italiana per batterie su smartphone cariche più a lungo


Una nuova e rivoluzionaria tecnologia nata proprio in Italia porterà una novità utilissima nell’uso quotidiano di cellulari, dei computer e ogni tipo di dispositivo elettronico che necessita di batterie per funzionare; con un’autonomia molto ma molto più lunga. La nuova generazione di batterie molto più efficienti sarà presto in uso.

Batterie smartphone

Tecnologia italiana: tutte le potenzialità del grafene saranno sfruttate con il massimo rendimento; la notizia è stata data sulla rivista Nature Communications, la nuova tecnologia è stata messa a punto dal gruppo di Alessandro Baraldi, docente di Fisica della Materia dell’Università di Trieste e responsabile del Laboratorio di Scienze delle Superfici del centro Elettra Sincrotrone Trieste. Il progetto è stato portato avanti con la collaborazione di diversi ricercatori del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr), della Danimarca, Regno Unito, Spagna.


Baraldi ha dichiarato: “Siamo orgogliosi di avere aggiunto un nuovo piccolo tassello al complicato puzzle che, quando completo, consentirà di passare dall’era del silicio all’era del grafene”, un materiale sottile al pari di un atomo, ed ha una grande capacità di condurre la corrente elettrica a temperatura ambiente. Sfruttando le nuove conoscenze sulle nanotecnologie, i ricercatori italiani hanno accoppiato il grafene con l’ossido di alluminio, preservando la sua struttura originale e la capacità di condurre energia elettrica.